firma la petizione: "no al sito delle scorie nucleari in sardegna"

firma la petizione: "no al sito delle scorie nucleari in sardegna"

No al sito delle scorie nucleari in Sardegna

    1. Sardigna Libera
    2.  
    3. Lanciata da

      Sardigna Libera

      Sardegna, Italy

Premesso che:

http://www.change.org/it/petizioni/francesco-pigliaru-no-al-sito-delle-scorie-nucleari-in-sardegna

 

  • la Sardegna ha la più alta concentrazione di servitù militari rispetto al resto d’Italia;
  • la Sardegna ha il più alto indice di inquinamento ambientale da attività industriali e militari;
  • lo Stato italiano ammette che la parte a mare del poligono di Teulada non è più bonificabile;
  • nessuna bonifica è stata mai eseguita nei poligoni militari in Sardegna;
  • lo Stato italiano non ha mai imposto le opportune tutele (fidejussioni) per le bonifiche dei siti industriali;
  • in questi ultimi 20 anni il Popolo sardo ha respinto qualsiasi tentativo di individuare zone della Sardegna per localizzare siti di interesse nazionale per lo stoccaggio di scorie nucleari;
  • il Popolo Sardo, a maggioranza, ha espresso la sua contrarietà sul nucleare con il referendum del 13 Giugno 2011;
  • tutto ciò premesso si diffida il Governo Italiano dal prendere in considerazione qualsiasi ipotesi di transito e stoccaggio di scorie radioattive nel territorio sardo e si invita la Regione Autonoma della Sardegna e i suoi organi preposti a vigilare sulla tutela ambientale del nostro territorio e sulla salute dei cittadini, e a respingere qualsiasi provocazione che possa identificare la nostra isola come possibile pattumiera nucleare.
A:  Matteo Renzi, Presidenza del Consiglio  Federica Guidi, Ministero Sviluppo Economico  Gian Luca Galletti, Ministero dell'Ambiente  Francesco Pigliaru, Presidente Regione Autonoma Sardegna  Maria Grazia Piras, Assessorato dell'Industria R.A.S.  Donatella Emma Ignazia Spano, Assessorato della Difesa dell'Ambiente R.A.S. 
Con la presente diffida verso lo Stato italiano e con l'invito alla vigilanza da parte della Regione Autonoma della Sardegna: 
premesso 
che la Sardegna ha la più alta concentrazione di servitù militari rispetto al resto d’Italia;  che la Sardegna ha il più alto indice di inquinamento ambientale da attività industriali e militari;  che lo Stato italiano ammette che la parte a mare del poligono di Teulada non è più bonificabile;  che nessuna bonifica è stata mai eseguita nei poligoni militari in Sardegna;  che lo Stato italiano non ha mai imposto le opportune tutele (fidejussioni) per le bonifiche dei siti industriali;  che in questi ultimi 20 anni il Popolo sardo ha respinto qualsiasi tentativo di individuare zone della Sardegna per localizzare siti di interesse nazionale per lo stoccaggio di scorie nucleari;  che il Popolo Sardo, a maggioranza, ha espresso la sua contrarietà sul nucleare con il referendum del 13 Giugno 2011; 
tutto ciò premesso 
si diffida il Governo Italiano dal prendere in considerazione qualsiasi ipotesi di transito e stoccaggio di scorie radioattive nel territorio sardo e si invita la Regione Autonoma della Sardegna e i suoi organi preposti a vigilare sulla tutela ambientale del nostro territorio e sulla salute dei cittadini, e a respingere qualsiasi provocazione che possa identificare la nostra isola come possibile pattumiera nucleare.

Cordiali saluti,  [Il tuo nome]

Commenti (5)
  • Tina Argiolas  - Basta inquinamento
    Non voglio nessuna scoria radioattiva nel territorio sardo e neppure in quello della penisola.
  • laura santus
    Salvaguardiamo la salute dei nostri figli e dell'ambiente!!
  • Roberta  - basta stupro della Sardegna
    La classe politica da troppo tempo è inadeguata e ingannevole. BASTA COL VOTARE PARTITI STATALISTI. La Sardegna non può essere vista come un agnello da sacrificare, BASTA! i nostri figli meritano di vivere e crescere sani e non nascere malati per mettere al mondo altri figli malati. La Politica soprattutto isolana è collusa e ignorante e si vende per un piatto di lenticchie.
  • Mario Loi
    Mi sembra tutto perfettamente congruente con l’attuale ricerca del Pd di un suo blocco sociale accanto ad un radicamento sul territorio. Il nevrotico efficientismo di Renzi mi pare che definisca così tale blocco sociale: lavoratori dipendenti (più pubblici che privati), lavoratori autonomi, mondo imprenditoriale (piccola, media e grande industria) e poi l’affannosa costruzione di un rapporto (purtroppo) stabile e di fiducia con grande industria e grande finanza a tutti i livelli (ecco il San Raffaele!). Ciò nel pieno rispetto dell’attuale dimensione liberista e quindi interclassista assunta dal PD: questo non mi va bene e lasciamo perdere la favoletta dei personalismi o delle leadership della sinistra. Io, nel mio piccolo e periferico microcosmo, la vedo così: rispetto alle due grandi opzioni interclassiste, una di destra e una di sinistra, oggi è necessario che ci sia qualcuno a fare una “scelta di parte”, della (solita) parte, quella di chi in silenzio subisce, la solita scomoda (ma moderna) sinistra, con tutti i difetti e i limiti …ma che sia uno strumento di stimolo e di proposta (anche nei confronti del PD). Bisogna riuscire a mettere in campo la nostra “minoranza” che sia però nella sua coscienza a vocazione maggioritaria dal punto di vista del progetto e della formulazione delle domande con relative risposte.
  • Mario Loi
    Nella fretta ho sbagliato! Il commento è relativo alla "questione" del San Raffaele.
    Chiedo umilmente scusa
Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
Security
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell\immagine.

Newsletter

Ricevi le ultime news direttamente sulla tua casella di posta elettronica. Iscriviti alla newsletter:
Firma la petizione!
Firma la petizione!

Attività

loader

Ultimi Commenti

  • alberto. al lupo al ... ha scritto Leggi tutto
    Il terrorismo non deve mai ... 18 days ago
  • Maria ha scritto Leggi tutto
    Condivido il pensiero della... 18 days ago
  • alberto ha scritto Leggi tutto
    sulla farsa degli emendamen... 26 days ago
  • Giuseppino Granara ha scritto Leggi tutto
    Questi consiglieri Regional... 27 days ago
  • marina ha scritto Leggi tutto
    e bisognerebbe fare qualcos... 1 month ago

Archivio News

Dai il tuo contributo Azalai on-line (indicare il decimale con il punto)

Importo devoluto: