gli affari dell'emiro a olbia: come ai tempi delle promesse del petrolchimico e il mistero di certi sardi genuflessi

gli affari dell'emiro a olbia: come ai tempi delle promesse del petrolchimico e il mistero di certi sardi genuflessi

Comunicato stampa

L’affare immobiliare San Raffaele: ci sono ancora sardi che chinano la testa di fronte al Sultano del Qatar mentre i medici dei nostri ospedali non vengono né consultati né ascoltati.

“Chiudere in fretta” sembra esser questa la parola d’ordine e la minaccia della Politica romana per l’affaire dell’ospedale degli sceicchi San Raffaele di Olbia. I diktat di Renzi impongono alla Regione Autonoma Sarda di approvare gli “investimenti immobiliari sulla sanità” del Qatar in Sardegna, per non perdere gli altri investimenti degli Emiri in Italia. Il diktat sembra abbia raggiunto il suo scopo viste le dichiarazioni di allineamento e servilismo comparse ultimamente su questi temi nella stampa sarda.

Con l’affaire San Raffaele e il miraggio di un polo di eccellenza sanitario, purtroppo a danno e scapito dei poli di eccellenza già esistenti nelI’Isola, i sardi subiranno un’ennesima operazione immobiliare coloniale in nome di una “miglior salute”. Le risorse per il San Raffaele saranno sottratte alla sanità pubblica, compromettendo il diritto di noi sardi a un’assistenza gratuita e di qualità, da noi pagata, per agevolare gli investimenti immobiliari dei nuovi padroni della Costa Smeralda.

Già nei decenni scorsi la Sardegna ha subito il ricatto dei posti di lavoro, con la chimera dell’innovazione e il progresso (vedi l’industrializzazione forzata nell’Isola e l’abbandono programmato dei territori e delle economie tradizionali). Quello sviluppo fallito ha portato con l’inquinamento la distruzione delle nostre economie locali, agropastorali e della pesca.

Due posti letto in cardiochirurgia, 2 in neurochirurgia e 2 in chirurgia vascolare, non possono giustificare o essere merce di scambio per la chiusura di ospedali locali e di centri di eccellenza internazionali, secondo l’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) come il Microcitemico.

Claudia Zuncheddu

RASSEGNA STAMPA


L'Unione Sarda - 3/7/2014

Commenti (2)
  • alportog  - l'emiro ed il Bambin Gesù
    Cara Claudia, sottoscrivo quanto dici. Tutto dimostra che il vecchio della politica si tinge il pelo e si proclama rinnovamento. Tutta la manovra intorno a questo ospedale sa di vecchio stantio, di affare gestito dalla politica ma finalizzato ad interessi privati. Ad oggi, mentre si riducono posti letto nel nome di una corretta gestione della sanità, che dovrebbe vedere un potenziamento delle strutture nel territorio, si aprono nuovi ospedali che quasi certamente verranno accreditati. Vale a dire che la regione spenderà soldi che verranno quindi utilizzati per omaggiare la figura dell'emiro. Tutto ciò non è saggio, a mio avviso, perché quei 60 milioni all'anno si potrebbero utilizzare per istituire finalmente quelle reti di servizi nel territorio sardo annunciate nei vari piani di riordino del sistema sanitario . Non so che nozioni abbiano i politici di economia sanitaria ma qualcuno ha idea di quanto costi l'apertura di un posto letto di neurochirurgia e cardiochirurgia? Il discorso non è tanto il costo noleggio di una equipe specialistica ma quello di tutte le strutture, servizi, impianti ed apparecchiature necessari perché quel reparto specialistico funzioni in sicurezza ed efficienza. Analogo discorso valga per le altre superspecialità. Qualcuno ha fatto per caso i "conti della serva"? Purtroppo oggi forse non conviene andar di conto, l'importante e' andar di fretta anche se poi i gattini nascono ciechi
  • gianni  - lamentarsi non serve a niente.
    gli affari dell'emiro andavano bene prima,adesso e andranno sempre bene.
    Il motivo è talmente semplice e vecchio come il nuraghe losa,
    non si ha la capacità di unirsi, di essere uniti per il bene di tutti i sardi. Sin dalla caduta del fascismo in Italia ha governato la DC e la sinistra; risultato?? Suicidi giornalieri con la svendita totale del potere economico-monetario che avendoci ridotto a : ha avviato il popolo italiano all'inevitabile "estinzione".
    La Sardegna è una delle poche regioni che potrebbe ancora salvarsi staccandosi dal continente per imboccare un'altra strada. Tutto il resto sono solo chiacchiere che allungano l'agonia.
Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
Security
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell\immagine.

Newsletter

Ricevi le ultime news direttamente sulla tua casella di posta elettronica. Iscriviti alla newsletter:
Firma la petizione!
Firma la petizione!

Attività

loader

Ultimi Commenti

  • mikkelj tzoroddu ha scritto Leggi tutto
    Cara Claudia,
    posso d... 20 days ago
  • Ettore Gasperini De ... ha scritto Leggi tutto
    Mettete molta Attenzione!At... 2 months ago
  • Ettore Gasperini De ... ha scritto Leggi tutto
    PARIS ! SARDIGNA ! PARIS!!!... 2 months ago
  • Ettore Gasperini De ... ha scritto Leggi tutto
    QUANTO SOTTO ESPRESSO PRIMA... 2 months ago
  • Chiara Serra di S.M... ha scritto Leggi tutto
    Bellissime frasi ,sono d'ac... 2 months ago

Archivio News

Dai il tuo contributo Azalai on-line (indicare il decimale con il punto)

Importo devoluto: