l'inflazione ha galoppato nei decenni ed il milione di sor Pampurio dopo quasi un secolo ricompare come per magia trasformandosi in miliardo.
Si fa in fretta a parlare di un miliardo senza conoscere esattamente i fatti e c'e' da chiedersi il motivo per cui la classe politica ce li nasconda. L'emiro qatariota non arriva col miliardo fra i denti pronto ad investire.
Casualmente il dott. Vargiu, presidente della Commissione Sanità di Montecitorio, ci ha raccontato la verità su questo progetto.

Commentando la straorinarietà di questo progetto, che per essere attuato ha richiesto la modifica di ben due leggi dello stato, dice che straordinaria non è l'entità dell'investimento ma "sfida culturale del cambiamento dello sviluppo economico della nostra terra".

Forse introduciamo il concetto del "far cassa con la salute" nel SSN?

Il dott. Vargiu continua poi parlando dell'investimento "Sui giornali si è parlato di un miliardo di euro. L'investimento del Qatar è di duecento milioni per acquisizione e completamento. Altri cento milioni in dieci anni per la ricerca. I restanti settecento milioni sono la gestione annua dell'ospedale (70 milioni per dieci anni) che, per 560 milioni, saranno pagati dalla Regione Sardegna per prestazioni erogate mentre i restanti 140 milioni dovranno derivare dai ricavi dei 50 posti letto solventi".
L'impegno del fondo sovrano del Qatar e quello della RAS saranno davvero sufficienti per la costituzione di quel centro di eccellenza di cui tanto si parla oppure l'esborso che ci riguarderà sara' piu' consistente?

Quotidiano sanità del 5 luglio 2014 ha pubblicato l'articolo a cui faccio riferimento e, forse fra i primi, ha iniziato a dare i numeri a questo progetto