Domusnovas tra fabbrica di bombe, fame e morte

Domusnovas tra fabbrica di bombe, fame e morte

bombe-

 

 La manifestazione a Domusnovas di oggi 19 dicembre, contro la fabbrica delle bombe, benché ben riuscita, non ha certamente visto il coinvolgimento e la partecipazione dei residenti. E’ innegabile lo spettacolo sconcertante della “guerra dei poveri”, di quei lavoratori che hanno difeso la fabbrica delle bombe come se fosse il forno del  pane delle loro famiglie... poco importa se il pane è avvelenato ma porta il salario… poco importa se quella fabbrica della morte,  lontano dagli occhi e lontano dal cuore, in medioriente uccide e dilania bambini e civili, distrugge interi Paesi e civiltà, alimenta la disperazione e la fuga di milioni di persone che paradossalmente chiedono nei nostri territori aiuto e salvezza.

La Sardegna sicuramente non può perdere nessun posto di lavoro. La classe politica sarda deve riconvertire quella fabbrica. Tutte le risorse naturali e culturali di Domusnovas devono essere valorizzate per creare ricchezza per le sue collettività, ma gli “addetti ai lavori”, quelli che devono trovare soluzioni alla disoccupazione e cioè amministratori e sindacati erano assenti non solo alla manifestazione di oggi, ma sono colpevolmente assenti in un processo di riconversione di questa economia di guerra.

Da oltre nove mesi il governo dell’Arabia Saudita bombarda le popolazioni civili dello Yemen. In diverse città devastate dai bombardamenti il ritrovamento di ordigni inesplosi hanno consentito la tracciabilità della fabbricazione e i modelli. Sono le bombe Mk84 e Blu 109 vendute dall’Italia all’Arabia Saudita.

Sin dal 29 ottobre tonnellate di bombe fabbricate in Sardegna a Domusnovas, caricate su un Boeing 747 della compagnia aerea Azera Silk Way, lasciano l’Isola dirette alla base militare saudita della Royal Saudi Armed Forces a Tafif. In circa nove mesi di bombardamenti sono morti oltre 6000 civili di cui numerosi bambini e, secondo i dati ufficiali, si registrano oltre 20.000 feriti. Decine di milioni di persone fuggono. Un ospedale di Medici senza Frontiere è stato distrutto da bombe made in Italy. Di fatto la Rwm Italia SpA esporta prodotti bellici in tutto il mondo. I due stabilimenti sono a Ghedi (Brescia) e a Domusnovas in Sardegna dove l’Rwm Italia produce esplosivo insensibile (PBX). Secondo la Small Arms Survey, la ditta tedesca produce accessori per bombe “intelligenti” antisommergibili, per bombe d’aereo, testate di guerra per missili Cruise. Ma se le bombe fossero davvero intelligenti, farebbero la guerra?

La Sardegna è sempre più coinvolta nei conflitti mediorientali, produce ed esporta esplosivi approvvigionando Paesi in guerra. L’Italia fa tutto ciò attraverso la nostra Isola (la sua prima colonia), viola la sua stessa Costituzione con la benedizione della ministra Pinotti per la quale, “vendere armi all’Arabia Saudita è legale”.

Intanto per noi sardi la sicurezza è sempre più compromessa. A noi nulla è dovuto conoscere sulle attività belliche che si svolgono nei nostri territori (tra poligoni, aeroporti militari e fabbriche di bombe). A noi è negato non solo il diritto all’autodeterminazione, alla libertà, all’indipendenza, ma è negato il diritto al lavoro pulito e alla sopravvivenza e vogliono imporci un’economia legata sempre più alla guerra e dintorni.

Claudia Zuncheddu

 

filmati della manifestazione 

CAROVANA FIRMA SAS BOMBAS 19-12-2015 Claudia Zuncheddu

CAROVANA FIRMA SAS BOMBAS 19-12-2015 I parte

CAROVANA FIRMA SAS BOMBAS II parte  

 

1625627 10206096586478374 6440791394485665797 n

 

11214369 10206096554437573 7099588685278772756 n

 

12360328 10206096555557601 6587787597712390632 n

 

12360405 10206096591438498 1710992330486846889 n

 

12373333 10206096566197867 9071843446794956027 n

 

12391005 10206096706761381 8254817135535161807 n

 

12376434 10206096538197167 1135006275702933542 n

Commenti (0)
Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
Security
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell\immagine.

Newsletter

Ricevi le ultime news direttamente sulla tua casella di posta elettronica. Iscriviti alla newsletter:
Firma la petizione!
Firma la petizione!

Attività

loader

Ultimi Commenti

  • Angela Simula ha scritto Leggi tutto
    Gentilissimi vedo solo oggi... 8 days ago
  • antonietta ha scritto Leggi tutto
    condivido ogni parola.
    1 month ago
  • Remo Ronchitelli ha scritto Leggi tutto
    Vedi la storia della tenuta... 4 months ago
  • antonio ha scritto Leggi tutto
    Buongiorno è stata diagnos... 4 months ago
  • rosi ha scritto Leggi tutto
    Dell'incontro del President... 6 months ago

Archivio News

Dai il tuo contributo Azalai on-line (indicare il decimale con il punto)

Importo devoluto: