Non permetteremo la sdemanializzazione e la svendita delle nostre spiagge

Non permetteremo la sdemanializzazione e la svendita delle nostre spiagge

L’ambiente naturale identitario sardo, di cui le spiagge sono parte integrante e fondante, non può essere venduto per ripagare i debiti contratti con scelte politiche scellerate in questi lunghi decenni, dove si sono acuite le differenze sociali fra chi possiede troppo e chi non ha di che campare.

Il tentativo, riportato in questa finanziaria italiana, di vendita dei nostri arenili, sia che siano in concessione momentanea che liberi, è il preludio legale per la loro cementificazione indiscriminata che come ben sappiamo non porta neppure posti di lavoro stabili e duraturi.

Noi sardi non permetteremo che una parte importante della nostra identità venga ceduta dallo Stato italiano al migliore offerente e con ciò preclusa alla fruizione libera di noi sardi e dei nostri turisti.

Claudia Zuncheddu

Commenti (0)
Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
Security
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell\immagine.

Newsletter

Ricevi le ultime news direttamente sulla tua casella di posta elettronica. Iscriviti alla newsletter:
Firma la petizione!
Firma la petizione!

Attività

loader

Ultimi Commenti

  • mikkelj tzoroddu ha scritto Leggi tutto
    Mi sono così, già espresso ... 11 days ago
  • Rosi ha scritto Leggi tutto
    Concordo con quanto scrivi ... 13 days ago
  • Antonella ha scritto Leggi tutto
    tutto perfetto,da non togli... 17 days ago
  • Cristina ha scritto Leggi tutto
    Condivido questo tuo scritt... 19 days ago
  • Anonimo ha scritto Leggi tutto
    Non c'è una virgola da aggi... 19 days ago

Archivio News

Dai il tuo contributo Azalai on-line (indicare il decimale con il punto)

Importo devoluto: