ClaudiaZuncheddu.net

imminente il voto in Aula sul Piano di riordino della rete ospedaliera sarda

sit-in martedi

La Rete Sarda Difesa Sanità Pubblica, invita tutti i cittadini a partecipare al sit in che si terrà martedì 24 ottobre alle ore 16.00 sotto il Palazzo del Consiglio della Regione Autonoma per manifestare ancora una volta il dissenso dei territori e delle istituzioni locali contro il Piano di Riordino della Rete ospedaliera sarda, martedì al voto in Aula.

In tutti questi mesi nonostante le intimidazioni e le pressioni politiche portate avanti da chi ha sostenuto questa riforma, ed in particolar modo dalla coalizione di centro sinistra che governa, la Rete dei comitati ha assolto ai suoi compiti di conoscenza ed informazione nei territori e di difesa degli ospedali pubblici sardi, da Cagliari ai centri urbani più disagiati, dove si assiste al progressivo svuotamento dei servizi sanitari pubblici indispensabili.

Per il prevalere di politiche e progetti neoliberisti, l’unica opportunità per i sardi, per potersi curare, è chiaramente quella di poter contare su un cospicuo conto in banca.  

Invitiamo ancora una volta tutti i consiglieri regionali che hanno garantito nei territori di appartenenza la difesa dei propri ospedali, quindi il NO a questa riforma, di uscire dall’Aula al momento del voto in modo tale da manifestare senza equivoci e senza possibilità di voti trasversali la bocciatura della controriforma.

Non lasciamoci disorientare ed intimorire dalle lobby della partitocrazia che dietro proclami demagogici nascondono la volontà di approvare il Piano di riordino della rete ospedaliera. Ciò implicherà la chiusura di interi ospedali nei territori e a Cagliari, con la consegna talvolta, di immobili di pregio sino ad oggi ad uso sanitario, nelle mani della speculazione edilizia.

Manifestiamo pubblicamente il nostro dissenso per la tutela del Sistema Sanitario pubblico sardo.

Claudia Zuncheddu – portavoce – Rete Sarda Difesa sanità Pubblica  

Cagliaripad: Ospedali, Rete sarda difesa sanità pubblica non molla: “Sit-in di protesta sotto Consiglio regionale”

SardegnaReporter: Movimento Sardigna Libera. Sulla rete Ospedaliera Sarda

Unione Sarda 24-10-2017: E anche oggi, dalle 16, la Rete sarda in difesa della sanità pubblica sarà sotto il Consiglio regionale per «protestare contro i tagli della Giunta e contro il cinismo della maggioranza».

disegnorete

 

Sugli arresti in Catalogna. Non si possono arrestare le idee

22491826 10212525425443547 5363770820714191145 n

Ieri in Catalogna sono stati arrestati due leader di movimenti civili che hanno concorso ad organizzare il referendum consultivo del 1 di ottobre per l’Indipendenza.

Nei giorni scorsi il capo della polizia catalana è stato prima arrestato e successivamente rimesso in libertà vigilata per non aver dato l’ordine ai mossos perché si impedisse lo svolgimento del referendum.

ll comportamento di Rajoy, del re Felipe VI e della maggioranza di centro destra che li sostiene è il legittimo erede della repressione e della violenza della guardia Civil  franchista.

Siamo solidali con il popolo catalano, con il suo Governo e con i movimenti indipendentisti della Catalogna e chiediamo che le istituzioni sarde, dal Presidente della Giunta e del Consiglio della Regione Autonoma della Sardegna, a tutte le forze politiche rappresentate nella Massima Assemblea dei sardi, che si esprimano pubblicamente manifestando la solidarietà ai catalani e lo sdegno per i gravi atti repressivi attuati dal governo Rajoy.

SardignaLibera

Commissione Sanità. Dai tagli in Sanità alla compravendita degli ospedali

 

Cattura
Articolo di Claudia Zuncheddu pobblicato da "Il Manifesto Sardo" numero 247  il 16-10-2017
 
Mentre cresce la confusione nella Sanità sarda, con cittadini disorientati e gli ospedali dei territori disagiati sempre più svuotati di servizi indispensabili e spesso avviati alla chiusura, i presidi ospedalieri di Cagliari non godono certo di buona salute. Le lobby della speculazione edilizia scalciano e muovono le proprie pedine.
 
Il Piano di riordino della rete ospedaliera sarda, al centro del dibattito in Aula, passerà presto al voto. Tra i numerosi emendamenti inutili, si nasconde l’insidioso 779 del doc. n° 16 che la dice lunga sullo smantellamento dei nostri ospedali prestigiosi, dal Binaghi al Marino, che hanno la colpa di essere troppo ben posizionati nel cuore della città, tra verde e mare, per essere a disposizione della salute pubblica.
 
E’ gravissimo che la Commissione Sanità si preoccupi di cambi di destinazione d’uso di strutture ospedaliere in fase di smantellamento. Lo dice a chiare lettere il pericolosissimo emendamento firmato da otto consiglieri regionali di cui 4 del PD, 1 del Partito dei Sardi, 1 dei Comunisti italiani, 1 di Art. 1 - Sinistra per la Democrazia ed il progresso.
 
*Gli 8 consiglieri facenti parte della Commissione Sanità chiedono con l’emendamento aggiuntivo che: *
 
 *…all’ultimo punto del paragrafo, dopo le parole “…Binaghi di Cagliari” è aggiunto il seguente periodo: Per questi stabilimenti come per l’ospedale Marino di Cagliari, la possibile destinazione extrasanitaria verrà stabilita d’intesa con la Città Metropolitana di Cagliari.   *
 
E’ inammissibile che la Commissione Sanità con la connivenza della Città Metropolitana di Cagliari, in modo spregiudicato si occupi di destinazione d’uso degli immobili di pregio (ex ospedali) ed i consiglieri regionali, si improvvisino agenti immobiliari, come se la Sanità pubblica fosse già roba del passato.
 
Questa nefandezza, spiega il dramma dei nostri ospedali, dal Marino al Binaghi, che in fretta e furia devono essere liberati. Al Binaghi, il reparto di oculistica con le sue sale operatorie ha chiuso. Oculisti in tutta fretta con in valigia liste d’attesa e terapie in corso dei pazienti seguiti, vengono deportati al Brotzu.
  
Ma di fronte alla prima emergenza oculistica, per l’insufficienza delle sale operatorie al Brotzu, ferristi ed oculisti, tornano in gran fretta verso le sale operatorie del Binaghi per essere riaperte per il caso.
 
Tutto bene, ma è sempre il personale medico ed infermieristico a pensare al paziente e non farsi travolgere dal caos creato da una organizzazione inesistente e non in grado né di prevedere né di prevenire le criticità.
 
Mentre la Commissione Sanità si occupa di mercato immobiliare e di cessione dei nostri ospedali alle lobby dell’edilizia, la riabilitazione cardio-respiratoria e la pneumologia territoriale del Binaghi, che fanno parte di un progetto ormai cancellato, sovraccaricano gli ambulatori di pneumologia del Santissima Trinità ormai al collasso, ubicati in una struttura obsoleta e con una carenza di personale ormai quasi al limite della legalità. In tre anni 7 pensionamenti con blocco del turnover.
 
Claudia Zuncheddu *portavoce* Rete Sarda Difesa Sanità Pubblica
 
Unione Sarda 17-10-17: Claudia Zuncheddu, portavoce della Rete sarda a difesa
della sanità pubblica, muove accuse pesanti nei confronti del centrosinistra. Il riferimento è a un emendamento che «potrebbe
cambiare la destinazione d’uso di strutture ospedaliere in fase di
smantellamento», dice Zuncheddu, riferendosi soprattutto a presìdi come «il Binaghi o il Marino di Cagliari»
 
usvendesi

La sanità in Sardegna sulla via della privatizzazione

riprendiamoci la Sardegna

RIPRENDIAMOCI LA SARDEGNA

Presso la "Sala degli Specchi " Facoltà di Lettere (entrata da via Trentino), sarà ospite Claudia Zuncheddu, Segretario del movimento politico indipendentista Sardigna Libera.
Il tema della serata sarà: “La sanità in Sardegna sulla via della privatizzazione”.
 

Newsletter

Ricevi le ultime news direttamente sulla tua casella di posta elettronica. Iscriviti alla newsletter:
Firma la petizione!
Firma la petizione!

Attività

loader

Ultimi Commenti

  • mikkelj tzoroddu ha scritto Leggi tutto
    Cara Claudia,
    posso d... 22 days ago
  • Ettore Gasperini De ... ha scritto Leggi tutto
    Mettete molta Attenzione!At... 2 months ago
  • Ettore Gasperini De ... ha scritto Leggi tutto
    PARIS ! SARDIGNA ! PARIS!!!... 2 months ago
  • Ettore Gasperini De ... ha scritto Leggi tutto
    QUANTO SOTTO ESPRESSO PRIMA... 2 months ago
  • Chiara Serra di S.M... ha scritto Leggi tutto
    Bellissime frasi ,sono d'ac... 3 months ago

Archivio News

Dai il tuo contributo Azalai on-line (indicare il decimale con il punto)

Importo devoluto: